indietro
Il nostro negozio è soprattutto un negozio di famiglia, nel senso che ne costituisce un aspetto importante. Esso ha rappresentato e continua a rappresentare la realizzazione di un progetto comune, una forma di comunione ed un luogo di affetto.

Inizialmente lo fu per me e per mio marito Alessandro. Ci siamo conosciuti sui banchi della scuola nel ’63.
Erano i tempi di JFK, dei grandi sogni e delle grandi speranze, dell’ ottimismo senza riserve che concepiva il futuro come inesauribile riserva di felicità e i nostri cuori sembravano essere più grandi della vita stessa.

Dopo il diploma superiore, frequentai un corso da estetista ed iniziai a lavorare come visagista.

Il nostro matrimonio fu impreziosito dall’arrivo di due meravigliose bambine, Federica e Virginia.

Nel maggio del 1984 decidemmo di aprire la nostra attività: fu quasi per gioco, una soddisfazione personale, ma nel volgere di pochi anni divenne un importante riferimento regionale per il settore, anche per il determinante contributo delle nostre figlie che, dopo gli studi superiori ed universitari, hanno partecipato con entusiasmo allo sviluppo e al successo della comune attività.
Sandro ha curato gli aspetti finanziari, amministrativi e logistici.

Lavoriamo insieme tutto il giorno e tutti i giorni dell’anno, in armonia ed aiutandoci l’un l’ altro.
Il buon Dio ha benedetto il matrimonio delle nostre due figlie con uomini umanamente veri e generosi, Giuliano e Paris, ed insieme ci hanno dato cinque meravigliosi nipoti.

La domenica, a pranzo, a casa nostra, siamo in undici.
Era vero: il futuro sarebbe stato un’ inesauribile riserva di felicità.

Grazia